Il business degli aiuti umanitari

di Giovanni Russo Spena e Marco Consolo Le poco nobili ragioni dei nobili interventi umanitari. Regnano non solo il caos di progetti contraddittori e a volte anche controproducenti, ma anche speculazioni e ruberie. Occorre passare dall’emergenza alla programmazione dello sviluppo. Dare maggiore ruolo alle Ong locali. I trattato di Maastricht, che istituisce l”Unione Europea (Ue), definisce la politica comunitaria di … Continue reading

Cooperazione e restaurazione

Di Marco Consolo – Il manifesto  27 settembre 1995 IN PIENA estate il governo ha approvato un disegno di legge con “misure urgenti per la Cooperazione allo sviluppo” già depositato al Senato. Così scavalcando il Parlamento e la Commissione parlamentare d’inchiesta, che ha tra i suoi compiti quello di indicare possibili modifiche legislative. Si sa, nella logica della nostra diplomazia … Continue reading

“Miracoli” e soldi al San Raffaele

Di Marco Consolo – Liberazione 14 settembre 1995 E sì, è proprio il caso di ribattezzare il noto Istituto S. Raffaele di Don Verzè, il prete manager che cento ne fa e mille ne pensa. Il nostro infatti è fondatore della Fondazione  Centro San Romanello del Monte Tabor, che controlla il mega ospedale San Raffaele, costruito almeno in parte abusivamente … Continue reading

Cooperazione sotto inchiesta

Di Marco Consolo 17 febbraio 1995 A BEN TRE ANNI dalla presentazione della prima proposta legislativa al riguardo, è finalmente operativa la Commissione d’inchiesta parlamentare sulla cooperazione allo sviluppo. Ma strane ombre gravano sulla neonata e le aspettative su di essa rischiano di essere drasticamente frustrate. Abbiamo. Assistito dapprima all’atteggiamento diversivo e dilatorio dell’ex maggioranza che ha fatto perdere ben … Continue reading

Una commissione d’inchiesta subito

Di Marco Consolo e Sandro Duccini – Liberazione 26 febbraio 1993 Roma. Mentre la magistratura indaga su una politica di intervento nel sud del mondo fatta di tangenti ed interessi illeciti, la cooperazione allo sviluppo sta attraversando un blocco quasi totale della attività, imputabile, tra l’altro, alla volontà e all’incompetenza dei responsabili del dicastero, più preoccupati di fate affari che … Continue reading