Il Venezuela non è un pranzo di gala

di Marco Consolo Lo scrittore uruguayano, Eduardo Galeano, lo chiamava il mondo al rovescio. E di questo si tratta. La rappresentazione mediatica del Venezuela bolivariano è un manuale della guerra asimmetrica e di terrorismo, armato e psicologico. La narrativa internazionale dominante parla di una feroce dittatura, di un governo che imbavaglia i media, che reprime a destra e a manca … Continue reading

Ecuador: vince la speranza

di Marco Consolo Il ballottaggio elettorale in Ecuador dello scorso 2 aprile, ha segnato la vittoria del binomio progressista Lenin Moreno – Jorge Glas (51,15 %) di Alianza País, sul rappresentante della destra cavernicola del banchiere Guillermo Lasso (48,85 %) della lista Creo – Suma, con uno stretto margine del 2,3 %. Un risultato importante, visto lo scenario regionale marcato … Continue reading

Trump, i nuovi barbari e il “cortile di casa”

di Marco Consolo – In questo articolo, non si pretende analizzare le linee della futura politica estera di Washington su scala globale, ma si cerca di mettere a fuoco il possibile rapporto con il suo tradizionale “cortile di casa”, l’America Latina ed i Caraibi. È più che probabile che continui e si intensifichi l’offensiva nei confronti dei governi “progressisti”, ed … Continue reading

Chi era Fidel ?

Quando morì Hugo Chavez, Fidel Castro disse: “Volete sapere chi era Chavez ? Guardate chi festeggia la sua morte e chi lo piange, e lo saprete”. Parafrasando le sue parole, oggi non resta che dire:  “Volete sapere chi era Fidel Castro ? Guardate chi festeggia la sua morte e chi lo piange, e lo saprete”. Foto: ilmegafonoquotidiano.it  

Colombia: a un passo dalla pace ?

di Marco Consolo – Dopo più di 50 anni di guerra, lo scorso 23 giugno il governo colombiano e la guerriglia marxista delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia-Esercito del Popolo (FARC-EP), hanno firmato un cessate il fuoco bilaterale e definitivo. Alla presenza del Presidente cubano Raul Castro, la firma congiunta del Presidente Juan Manuel Santos e del massimo dirigente delle … Continue reading

Brasil y el moderno Plan Condor

de Marco Consolo – En los años ’70 y ’80, el Plan Cóndor fue la coordinación de las dictaduras cívico-militares de América Latina, con la supervisión de Washington y de la CIA, para eliminar los opositores políticos, a través del secuestro, la tortura y el homicidio de millares de dirigentes y militantes de las organizaciones populares. Con la contraofensiva estadounidense … Continue reading

Brasile e il moderno Plan Condor

di Marco Consolo –   Negli anni ’70 e ’80 il “Plan Condor” fu il coordinamento delle dittature civico-militari dell’America Latina, con la supervisione di Washington e della CIA, per eliminare gli oppositori politici, tramite il sequestro, la tortura e l’omicidio di migliaia di dirigenti e militanti delle organizzazioni popolari. Con la contro-offensiva statunitense nel suo “cortile di casa”, all’inizio … Continue reading

Brasile: il golpe alle porte

di Marco Consolo –   Il Brasile vive un momento politico grave e particolarmente pericoloso per le lavoratrici ed i lavoratori. Dopo l’approvazione alla Camera dei Deputati dell’apertura del processo di impeachment contro la Presidente Dilma Rousseff (accusata di irregolarità nella pubblicazione del bilancio federale), oggi il tramite è al Senato. Qui, è poco probabile che si inverta la tendenza … Continue reading

Brasile: il golpe dei corrotti

di Marco Consolo – Vittoria dei golpisti brasiliani e durissima sconfitta della Presidente Dilma, delle forze della sinistra, della democrazia. Domenica 17 aprile, con 367 voti a favore, 137 contro, 7 astensioni e due assenti giustificati per malattia, la Camera dei deputati brasiliana ha votato a favore del procedimento di impeachment contro la Presidente Dilma Roussef, accusata di irregolarità nella … Continue reading

Evo navigando controvento

di Marco Consolo- Evo Morales non potrà ripresentarsi alle elezioni del 2019. Domenica 21 febbraio gli elettori boliviani sono stati chiamati a votare su un referendum per una modifica dell’art. 168 della Costituzione (che limita a 2 mandati la rielezione di Presidente e Vice-Presidente). La sua approvazione avrebbe permesso a Evo di ripresentarsi nel 2019. Ma così non è stato. … Continue reading